-Per ora noi la chiameremo felicità-

Avete presente quelle giornate che passano tranquille? Senza troppi fronzoli, come un vestito che scivola sulla pelle, leggero e impalpabile. 
Ecco, fissatevi bene nella mente quest’immagine. 
Così è stata la mattinata: serena. 
Colazione a Parma con un buon cappuccio e una millefoglie alla crema 
P-A-R-A-D-I-S-I-A-C-A
Il tutto dove? In centro, alla pasticceria Provinciali, in via Cavour.
Con il sorriso sulle labbra (ed un po’ di crema agli angoli della bocca) abbiamo poi girovagato per il centro tra i mille negozietti fino a quando ci siamo imbattuti in un piccolo Bistrot contemporaneo.

Gnocchi con crema di carciofi, aringa affumicata e caviale di aringa
Baccalà con ceci
Qui, tra le viette del centro ed accompagnati dalla sfilata di mezzi storici, ci siamo fatti letteralmente risucchiare da questo locale dall’aspetto intimo ed innovativo, dalle sue luci soffuse e colori intriganti, ma in primis quello che ci ha stupiti è stato il menù proposto!
Per una volta anche a Parma siamo riusciti a gustare qualcosa di diverso da torta fritta e salumi (anche se li amiamo) e aprirci invece ad una cucina un po’ più moderna e rivisitata. Quella di Borgo20 è stata quindi un’ottima scoperta, a partire dal servizio e dall’accoglienza per poi proseguire con il turbinio di sapori offerti.
Sicuramente una volta non basta per scovare i piatti migliori del locale ma non tarderemo a tornarci, sicuri che le nostre aspettative verrano confermate.
Insalata di ricotta