Riccioli alla liquirizia Amarelli con pesto di avocado

Oggi, ci svegliamo con 20 gradi e siamo pronti per una ricettina estiva. Riccioli di semola di grano duro alla liquirizia e pesto di avocado.
Glycyrrhiza: pianta dalla dolce radice. La migliore del mondo cresce in Calabria, in particolare lungo la costa ionica, dove il microclima esalta il contenuto di glicirizzina, il glucoside che conferisce il caratteristico sapore al succo di liquirizia. È proprio qui che affonda le radici l’azienda Amarelli, a partire dal 1731, quando viene fondato un primo impianto per l’estrazione del succo dalle radici.
Una particolarità di questa azienda sono anche le scatolette in metallo, lanciate nel 1919, per mantenere intatti i pregi della liquirizia e divenute poi un vero e proprio veicolo pubblicitario.


Ingredienti per 4 persone:
1 avocado maturo
1 lime
10 mandorle
Scaglie di Pecorino Romano
Una manciata di foglie di menta fresca
3 cucchiai di olio evo
Procedimento:
Per prima cosa togliete la polpa dell’avocado, unitela alle mandorle, alla menta, all’olio e al lime in un mixer e frullate il tutto. Cuocete la pasta, tenete un po’ di acqua di cottura per diluire il composto, scolate e condite con une bella cucchiaita di pesto e con le scaglie di Pecorino.