Torta mantovana di Pellegrino Artusi

“Farina, grammi 170.
Zucchero, grammi 170.
Burro, grammi 150.
Mandorle dolci e pinoli, grammi 50
Uova intere, n. l.
Rossi d’uovo, n. 4.
Odore di scorza di limone.
Si lavorano prima per bene col mestolo, entro una catinella, le uova collo zucchero; poi vi si versa a poco per volta la farina, lavorandola ancora, e per ultimo il burro liquefatto a bagno-maria. Si mette il composto in una teglia di rame unta col burro e spolverizzata di zucchero a velo e farina o di pangrattato e si rifiorisce al disopra con le mandorle e i pinoli. I pinoli tagliateli in due pel traverso e le mandorle, dopo averle sbucciate coll’acqua calda e spaccate per il lungo, tagliatele di traverso, facendone d’ogni metà quattro o cinque pezzetti. Badate che questa torta non riesca più grossa di un dito e mezzo o due al più onde abbia modo di rasciugarsi bene nel forno, che va tenuto a moderato calore.
Spolverizzatela di zucchero a velo e servitela diaccia, che sarà molto aggradita.”
 Così scriveva Pellegrino Artusi in “La scienza in cucina e l’arte del mangiar bene”. Oggi noi proviamo a riadattare questa ricetta ai giorni nostri mantenendoci però il più vicino possibile all’originale.

Ingredienti per una tortiera di circa 20 cm:150 g di farina 00

150 g di zucchero semolato
100 g di burro
1 uovo intero
3 tuorli d’uovo
la scorza di un limone non trattato
20 g di pinoli
40 g di mandorle pelate
un cucchiaino di lievito per dolci
 
Procedimento:
Per prima cosa accendete il forno a 180°C.
Setacciate la farina con il lievito e unite 20 g di mandorle ridotte in polvere.
In una ciotola capiente sbattete l’uovo ed i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una massa spumosa.
Sciogliete poi il burro a bagnomaria e lasciatelo intiepidire, quindi versatelo poco alla volta nel composto di uova, continuando a mescolare. Grattugiate ora la scorza di limone e incorporate anche le farine.
Quando l’impasto sarà omogeneo versatelo nella tortiera precedentemente imburrata ed infarinata e terminate cospargendo di pinoli e mandorle tagliate a lamelle.
Infornate per 40 minuti circa e lasciate raffreddare.
Noi ce la mangeremo domani mattina a colazione… ma qualche fetta è già sparita!
“La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”Tratto da: http://www.alimentipedia.it/artusi/pasticceria/torta-mantovana.html
Copyright © Alimentipedia.itne
(Visited 439 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *